New media

17 dicembre 2013 | 16:24

Google sfida Amazon nella guerra dei droni

(AGI) Gattonano, saltano, corrono e galoppano su tutti i tipi di terreni: sono le belve robotiche che Google ha comprato dalla Boston Dynamics per tenere testa ai droni volanti di Amazon che porteranno i pacchi fra cinque anni. Il colosso di Mountain View ha acquisito la societa’ con sede a Waltham, in Massachussets, che produce i robot a quattro zampe piu’ veloci del mondo. Possono correre fino a 47 chilometri orari e sono stati sviluppati anche grazie ai fondi arrivati da Darpa, la divisione del dipartimento americano della difesa. In questo modo ‘Big G’ diventa un fornitore militare di droni capaci di mimare i movimenti di esseri umani e animali con molta piu’ forza e rapidita’. Tra le ‘belve’ e’ inclusa anche Petman, il robot dalle sembianze umane che si piega, fa ginnastica e simula la fisiologia umana controllando la sua temperatura corporea e la sudorazione. Poi c’e’ Rise, simile a un insetto, in grado di arrampicarsi su superfici verticali e SquishBot, il robot chimico che cambia forma e si muove in spazi ristretti. E tra i pezzi forti della Boston Dynamics non si puo’ non citare BigDog, il drone che riesce a sollevare e lanciare grossi pesi. Secondo quanto riporta il New York Times, negli ultimi sei mesi Google ha acquistato otto societa’ della robotica ma, rimane oscuro il motivo di tali mosse. All’inizio di dicembre, lo stesso quotidiano ha riportato che l’ex capo di Android Andy Rubin e’ ora direttore dei progetti di robotica di ‘Big G’. (AGI, 17 dicembre 2013)