Servizio di copertina

27 dicembre 2013 | 10:04

L’uomo nuovo all’Agcom

Grazie alla decisione della presidente della Camera Laura Boldrini di lanciare un appello perché tutti gli interessati a concorrere alla poltrona di commissario dell’Agcom presentassero la propria candidatura in Parlamento, Antonio Nicita, 45 anni, economista di nuova generazione formatosi culturalmente e professionalmente sulle politiche della concorrenza e il diritto antitrust, è stato scelto dal Pd come proprio rappresentante in una delle istituzioni regolatorie più importanti e strategiche. All’Autorità non troverà un ambiente facile, essendoci una maggioranza in mano al centrodestra. Ma Nicita sembra uno capace di difendersi, come appare dalle sue prime mosse.

Prima Comunicazione 445 - Dicembre 2013

Prima Comunicazione 445 – Dicembre 2013

Nel varare il 12 dicembre il controverso provvedimento sulla tutela del copyright on line bypassando il Parlamento, l’Agcom ha sottolineato di averlo votato all’unanimità. Sarà questione di sfumature, ma si è omesso che non era presente il nuovo commissario Antonio Nicita che, a pochi giorni dall’insediamento previsto il 19 dicembre, è stato tagliato fuori da una decisione di grande rilevanza che ha già aperto un fronte polemico accesissimo (si è dichiarato contro il provvedimento anche il neo segretario del Pd, Matteo Renzi).

Si temeva il parere del nuovo commissario? Eletto alla Camera il 14 novembre con 297 voti su indicazione dei democratici, Nicita sostituisce Maurizio Dècina, espressione anche lui del Pd, che a settembre ha lasciato il suo incarico adducendo motivi personali.

L‘articolo integrale è sul mensile Prima Comunicazione n. 445 – Dicembre 2013