Apple nega di aver collaborato con l’Nsa per spiare gli utenti Iphone: “nessun software di intercettazione sui nostri telefoni. Abbiamo a cuore la privacy”

(MF-DJ) Apple ha riferito di non aver mai lavorato con la National Security Agency per la creazione di un programma in grado di controllare gli utenti degli iPhone.
L’azienda di Cupertino ha rilasciato una dichiarazione in risposta a un documento del 2008 che sostiene che la Nsa aveva coinvolto gli iPhone in un software chiamato “Dropoutjeep”, in grado di accedere ai dati del dispositivo, attivare il microfono del telefono o la fotocamera, intercettare i messaggi di testo o individuare la posizione di un utente.

“Apple non ha mai lavorato con la Nsa per creare una backdoor in uno dei nostri prodotti, inclusi gli iPhone”, ha commentato la societa’. “Inoltre, abbiamo a cuore la privacy e la sicurezza dei nostri clienti e il nostro team lavora costantemente per rendere i nostri prodotti ancora piu’ sicuri”.

2 gennaio 2014

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci