New media

08 gennaio 2014 | 11:51

Consob, bilancio 2013: aumenta la vigilanza sul web, ma anche gli abusi

(TMNEWS) In aumento nel 2013 l’attività ispettiva e di vigilanza della Consob. Nel corso dell’anno appena concluso, si legge nella newsletter dell’Authority che ha tracciato un primo bilancio provvisorio dell’attività dell’istituto, sono state concluse 36 ispezioni contro le 31 del 2012 e ne sono state avviate 31 (36 nel 2012)

, mentre sono state 202 le richieste di informazioni da fornire al mercato (119 nel 2012) e sono salite a 698 le richieste di informazioni da fornire alla Consob (529 nel 2012).

Giuseppe Vegas, presidente Consob

Giuseppe Vegas, presidente Consob (foto Olycom)

Nel dettaglio, sotto il profilo dei soggetti ispezionati, gli accertamenti avviati nel 2013 hanno riguardato: intermediari (banche, sim, sgr) in 11 casi; società di revisione in 6 casi; emittenti quotati e relativi partecipanti al capitale in 12 casi e associazioni di azionisti in due casi.

La Consob ha inoltre proseguito l’attività di monitoraggio degli abusivismi via internet in materia di sollecitazione all’investimento e di prestazione dei servizi di investimento e di gestione collettiva. Gli accertamenti svolti nell’anno, concernenti fenomeni potenzialmente abusivi realizzati sul web e rientranti nelle competenze dell’Istituto, sono risultati 115 in complesso (49 nel 2012) e sono stati oggetto di approfondimenti 433 siti internet (255 nel 2012). (TMNEWS, 8 gennaio 2014)