10 gennaio 2014 | 16:00

“Tg Rai a servizio dei partiti, giornalisti asserviti al portafoglio”: nuovo attacco di Beppe Grillo

“Il Paese non cambierà a breve, almeno fino a quando il potere, incarnato dai partiti, disporrà delle televisioni di Stato e Berlusconi di tre reti televisive nazionali e i giornali finanziati. L’occupazione dei mezzi di informazione è totale”: è il duro attacco che Beppe Grillo fa ai tg Rai (e non solo) in un post dal titolo ‘Tg Rai a servizio dei partiti’ pubblicato oggi sul suo blog insieme alle foto dei tre direttori Orfeo, Masi e Berlinguer.

“L’Italia è al 70esimo posto per l’informazione”, continua il post di Grillo. “Di chi è la responsabilità se non dei giornalisti? Nessuno di loro che si chiami fuori, che faccia outing, che abbia uno straccio di dignità. Possibile che in Rai nessuno alzi la voce contro questo schifo? I giornalisti sono i principali colpevoli dello sfascio dell’Italia, asserviti a un padrone, a un’ideologia o, più prosaicamente, al portafoglio”.

L'immagine dei tre direttori dei Tg Rai pubblicata sul blog di Grillo

L’immagine dei tre direttori dei Tg Rai pubblicata sul blog di Grillo

Alla fine dell’articolo Grillo lancia un sondaggio in cui chiede ai lettori “cosa è giusto fare contro l’informazione Rai dei partiti”, fornendo un ventaglio di risposte tra cui “non pagare più il canone”, “chiedere l’immediato licenziamento dei direttori dei telegiornali per violazione della legge sulla par condicio” e “denunciare la Rai alla Commissione Europea”.

Il post integrale sul blog di Beppe Grillo