Mercato

15 gennaio 2014 | 11:31

La Direct Marketing Association annuncia i vincitori del contest ‘The call for the call for entry’

Dma Italia, capitolo italiano della Dma americana che raggruppa aziende e organizzazioni no-profit che utilizzano strumenti e tecniche di comunicazione pubblicitaria diretta e data-driven, annuncia i vincitori di ‘The call for the call for entry’, il contest dedicato ai giovani creativi che l’associazione ha lanciato lo scorso dicembre per l’ideazione della campagna a sostegno dei prossimi Dma Echo Awards Italia.

Con la campagna ‘Reward the results’ Mattia Rivetti di Y&R e Adriano Pacino di Wunderman sono la coppia art+copy che meglio ha saputo interpretare il brief assegnato: convincere agenzie e aziende attive nei settori del direct e data-driven marketing a iscrivere le proprie campagne ai prossimi Dma Echo Awards Italia, ribaltando il pregiudizio che i dati affossino la creatività, mentre costituiscono le basi per farla emergere. La campagna sarà on air da febbraio, in concomitanza con l’apertura delle iscrizioni agli Echo.

Mattia Rivetti di Y&R e Adriano Pacino di Wunderman, autori della campagna ‘Reward the results’

Mattia e Adriano si sono aggiudicati la partecipazione alla Dma Conference di San Diego dal 20 al 25 ottobre 2014: voli, albergo e pass per 5 giorni di exhibition, seminari, workshop dove imparare, divertirsi, e portare a casa un po’ di cultura della creatività data-driven.
Riceveranno il riconoscimento durante la premiazione dei Dma Echo Awards Italia, l’11 giugno. In quella occasione saranno premiati con un trofeo speciale anche Lorena Cascino e Federico Saccani (Y&R/Wunderman) al secondo posto con la campagna ‘La creatività che conta’, insieme a Giovanna Favoroso e Davide Mancini (Ogilvy) al terzo posto con la campagna ‘Ceci n’est pas un Lion’.