15 gennaio 2014 | 15:42

Alla Triennale di Milano si racconta l’‘Autobiografia grafica’ di Italo Lupi

Triennale Design Museum e Corraini Edizioni presentano oggi alle 18.30 a Milano il libro ‘Autobiografia grafica’ di Italo Lupi attraverso gli interventi di Mario Calabresi, direttore della Stampa, dell’architetto Vittorio Gregotti, del critico Till Neuburg e dell’esperta di pubblicità e comunicazione Annamaria Testa. Conduce il racconto Silvana Annicchiarico, direttore del Triennale Design Museum, con una testimonianza diretta dell’autore del volume, Italo Lupi.

L’‘Autobiografia grafica’ di Italo Lupi edita da Corraini Edizioni – scrive una nota – è un libro complesso ed esaustivo sul lavoro dell’architetto, che, nel corso della sua carriera, ha collaborato con alcuni dei più grandi nomi fra editoria, moda, design, architettura.

Il progetto editoriale, scritto e curato personalmente da Italo Lupi, non ha un assetto tradizionale ma copre il lavoro di 40 anni attraverso immagini, commenti, citazioni o articoli pubblicati su riviste per le quali Lupi ha lavorato.

Consulente d’immagine della Rinascente, di Ibm Italia, della Triennale di Milano, poi art director di Domus, art director per 35 anni e poi anche direttore responsabile per 15 di Abitare: ‘Autobiografia grafica’ è un volume completo che affronta la produzione di Italo Lupi a tutto tondo, dall’editoria, alle piccole architetture, passando per il disegno urbano e soprattutto per gli allestimenti temporanei o museali senza dimenticare i maestri che lo hanno ispirato nel corso della sua carriera.

Il punto da cui tutto parte – si legge nella nota – è speciale: sono i progetti dei poster, realizzati negli anni del Ginnasio. Il libro è diviso in sezioni che presentano le creazioni dell’autore divise per aree tematiche, ogni volta attraverso un ricco apparato iconografico e testuale – inedito e storico – che porta la firma di critici, grafici, giornalisti, architetti e amici che nel tempo hanno testimoniato la loro stima verso il lavoro di Lupi.

Trecentosettantasei pagine stampate su carta Fedrigoni per una pubblicazione, bella e nuovissima, che non manca di rappresentare il lavoro, anche inedito, che Italo Lupi ha svolto per aziende, spazi pubblici, iniziative culturali e politiche, contribuendo a formare la nostra coscienza visiva da un punto di vista estetico ed emotivo.