16 gennaio 2014 | 15:29

Secondo il Nyt la Nsa avrebbe un software segreto per spiare i computer offline

La Nsa, agenzia per la sicurezza nazionale americana, secondo il New York Times, avrebbe sviluppato una tecnologia segreta in grado di spiare i computer attraverso segnali radio, rubandone le informazioni anche quando sono offline.

Secondo il quotidiano, che cita fonti anonime, la Nsa avrebbe installato questo software in circa 100 mila computer in tutto il mondo per motivi di sorveglianza e per lanciare cyberattacchi. Il programma, nome in codice Quantum, sarebbe stato usato a partire dal 2008 sia dalla Nsa che dal Pentagono contro l’esercito cinese, accusato a sua volta di essere responsabile di cyberattacchi nei confronti di alcune compagnie americane, e in seguito contro la rete militare russa, la polizia e i cartelli della droga in Messico e anche contro alcuni stati alleati degli Usa nella lotta al terrorismo, come l’Arabia Saudita, l’India e il Pakistan.

Edward Snowden (foto Wired.com)

In un comunicato inviato alla Afp, la Nsa non ha commentato direttamente il reportage del New York Times, ma ha sottolineato come l’agenzia utilizzi ”varie tecniche di intelligence all’estero per aiutare a difendere la nazione”. Il presidente Barack Obama dovrebbe rivelare a breve il piano di riforma delle attivita’ di intelligence, dopo le crisi diplomatiche innescate principalmente dalle rivelazioni dell’ex dipendente della Nsa Edward Snowden.

L’articolo completo ‘N.S.A. Devises Radio Pathway Into Computers’ sul sito del New York Times.