Televisione

17 gennaio 2014 | 12:49

I giornalisti di Sardegna 1 tv indicono un altro sciopero

(AGI) Giornalisti, tecnici e amministrativi di Sardegna 1 tv abbassano il sipario sulle tre aperture di campagna elettorale in vista delle elezioni regionali del 16 febbraio per protestare contro il mancato pagamento di cinque mensilita’ e il silenzio dell’azienda che, da cinque mesi, non risponde in alcun modo ai lavoratori. Da oggi e per tre giorni i 25 dipendenti sono di nuovo in sciopero, dopo le 15 giornate di astensione degli ultimi cinque mesi.

Pur non ‘coprendo’ l’evento, i giornalisti si presenteranno all’apertura delle campagne elettorali a Cagliari di Francesco Pigliaru per il centrosinistra (oggi alle 17 in Fiera), di Michela Murgia per Sardegna Possibile (domani alle 18 all’hotel Regina Margherita) e di Ugo Cappellacci per il centrodestra (domenica in Fiera) per richiamare l’attenzione sulla vertenza e fare tre domande ai candidati: cosa intendano fare una volta al governo della Regione per tutelare il pluralismo dell’informazione; come pensano di mettere ordine nel sistema dell’editoria regolato finora da criteri di discrezionalita’ e, infine, cosa intendano fare per controllare che le risorse pubbliche destinate alle aziende editoriali garantiscano pluralismo e tutela dei posti di lavoro. (AGI, 17 gennaio 2014)