22 gennaio 2014 | 11:56

Pier Silvio Berlusconi ai vertici Mediaset: basta sesso o chiudo Domenica Live, a rischio anche Lucignolo

Continuano le polemiche sul sesso in tv. Dopo la bufera sulle ‘porno-domeniche’ di Canale 5 (così le ha definite il Movimento Genitori), con continui servizi sul sesso in onda nel live pomeridiano condotto da Barbara D’Urso, anche Lucignolo di Italia 1 entra nella lista delle trasmissioni incriminate.

A mettere in guardia i vertici di Mediaset è il vicepresidente Pier Silvio Berlusconi che, secondo quanto scrive oggi il Corriere della Sera, si sarebbe accorto in modo autonomo, ancora prima del comunicato del Moige, che sulle reti del Biscione stavano andando in onda dei contenuti “non consoni alla linea editoriale del gruppo”.

Il risultato è stata l’apertura di un’inchiesta interna che ha portato, ieri pomeriggio, ad una riunione tra Pier Silvio e i massimi responsabili delle news. Il vicepresidente, scrive il Corriere, “ha fatto capire chiaramente che così non si può andare avanti e ha sottolineato tutti gli errori commessi. Fino all’ultimatum finale: ancora una sola sbavatura e Domenica Live e Lucignolo saranno chiusi in tronco”. A rischiare sarebbe anche il direttore di Videonews, Mario Giordano.