22 gennaio 2014 | 12:48

Anche l’Odg contro GazzaBet: Rcs sospenda l’iniziativa

Anche l’Ordine nazionale dei giornalisti e l’Ordine dei giornalisti della Lombardia si schierano contro GazzaBet, l’iniziativa di Rcs che da giorni sta mettendo in agitazione i giornalisti della Gazzetta dello Sport. Si tratterebbe di quattro pagine di quote dedicate alle scommesse sportive, con il progetto di acquisto di una licenza da far gestire a un operatore del settore scommesse con la protezione/sigillo del marchio Gazzetta dello Sport. Secondo l’Odg è un progetto che “solleva molti e legittimi interrogativi sul piano etico, giuridico e deontologico”.

Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti, riunito in questi giorni a Roma per discutere la Riforma dell’Ordine, ha approvato un documento nel quale si chiede all’amministratore delegato di Rcs, Pietro Scott Jovane, di sospendere l’iniziativa.

Ecco il testo del documento integrale approvato ieri a Roma e pubblicato oggi sul sito dell’Ordine.

Il Consiglio nazionale dell’Ordine dei giornalisti  ha approvato all’unanimità il seguente ordine del giorno:
A seguito della decisione adottata dall’Amministratore delegato di RCS Scott Jovane di dare vita all’interno del quotidiano La Gazzetta dello Sport a Gazza Bet, quattro pagine di quote dedicate alle scommesse sportive con il progetto di acquisto di una licenza da far gestire a un operatore del settore scommesse con la protezione/sigillo del marchio Gazzetta dello Sport;

il Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti
denuncia un’operazione che solleva molti e legittimi interrogativi sul piano etico, giuridico e deontologico, e che rischia di compromettere seriamente la storia e il prestigio della storica testata sportiva milanese e la credibilità e l’autorevolezza dei suoi giornalisti;
sostiene la decisione adottata dal CdR della Gazzetta dello Sport che ha indetto a giorni alterni lo sciopero delle firme; ravvisando elementi di commistione tra pubblicità e informazione, invita il direttore della Gazzetta dello Sport a sospendere e revocare la pubblicazione di Gazza Bet, e si riserva in caso contrario di segnalare agli Ordini regionali competenti e ai Consigli territoriali di Disciplina quanto accaduto per le valutazioni di competenza.