New media

22 gennaio 2014 | 17:03

Nasce la commissione indipendente sul futuro del web

(ANSA) Il futuro del web dopo il ‘terremoto’ Datagate. E’ il tema al centro del lavoro di una commissione indipendente, creata con lo scopo preciso di studiare e indagare lo stato della rete e cosa ne sara’, dopo quanto emerso dalle rivelazioni di Edward Snowden sulle attivita’ dell’agenzia americana Nsa e di quella britannica Gchq, in particolare in ambito di censura e sorveglianza. Il progetto e’ stato presentato a Davos, dove e’ in corso il World Economic Forum. Elaborato dal think-tank britannico Chatham House insieme con il Centre for International Governance and Innovation (Cigi), che e’ in parte finanziato dal governo canadese, durera’ due anni. La commissione sarà composta da 25 tra politici, accademici ed ex agenti dei servizi di diversi paesi e sarà guidata dal ministro degli Esteri svedese Carl Bildt, secondo quanto riferisce il Guardian. ”Quello della governance di Internet e’ destinato ad essere uno dei temi piu’ pressanti del nostro tempo in materia di global policy”, ha spiegato il direttore di Chatham House, Robin Niblett. L’intenzione e’ di tenere consultazioni pubbliche in vari parti del mondo, con alcuni degli incontri gia’ in programma, al costo di circa 150mila sterline ognuno. (ANSA, 22 gennaio 2014)