27 gennaio 2014 | 12:30

Dieci anni di product placement, ma con poco entusiasmo

Compie dieci anni il product placement, lo strumento – introdotto nella legislazione nel 2004 con il Decreto Urbani – che ha legittimato l’utilizzo della comunicazione commerciale all’interno di film e, dal 2010 con il Decreto Romani, anche nelle produzioni tv.

“Un compleanno sottotono, come molti settori legati ai budget di marketing delle imprese”, scrive però oggi il Sole 24 Ore presentando l’analisi realizzata da Gerardo Corti del sito Dy’s news, secondo la quale dal 2004 ad oggi i film nei quali è apparsa qualche forma significativa di product placement sono circa 200, cifra che sale a quasi 400 se si contano anche le produzioni senza successo. Un mercato, stima la ricerca, che vale nel suo complesso poco meno di 70 milioni di euro tra cinema e tv.

E anche se aumenta il numero di posizionamenti – spiega Corti al Sole – gli effetti della crisi si fanno sentire e hanno causato una diminuzione consistente delle tariffe. I costi del product placement passano dai 20-30 mila euro negli sceneggiati tv al milione di euro per le produzioni più complesse dove il marchio è protagonista.

L’articolo integrale con trend e cifre è sul Sole 24 Ore di oggi 27 gennaio.