New media

28 gennaio 2014 | 10:38

Ottimo esordio di Apple in Cina

(AGI) In Cina “abbiamo avuto una partenza incredibile”. Lo ha sottolineato l’amministratore delegato di Apple, Tim Cook, durante la conference call con gli analisti dopo la diffusione della trimestrale che ha fatto scivolare il titolo in Borsa nell’after hours per le stime sotto le attese sul secondo trimestre.

La partenza della partnership con China Mobile, primo operatore mobile dell’ex impero celeste con oltre 760 milioni di utenti, costituisce “un momento decisivo” per l’azienda di Cupertino, ha rimarcato Cook, rassicurando sull’efficacia di un accordo che alcuni analisti giudicano tardivo in un mercato dove e’ Samsung a farla da padrone, con una quota di mercato pari al 18%.

Tim Cook, ad di Apple (foto Olycom)

China Mobile ha cominciato a vendere iPhone lo scorso 17 gennaio e nei giorni precedenti i pre-ordini avevano superato gli 1,2 milioni. Pechino vale gia’ il 10% dei ricavi di Apple ma la sua quota di mercato e’ ferma al 3,5%. Gli analisti prevedono che l’intesa con China Mobile comportera’ un aumento delle vendite di iPhone compreso tra i 15 e i 30 milioni di unita’ nel 2014.

Insistendo sulle potenzialita’ dischiuse dalla partnership cinese, Cook ha evidenziato come la presenza di Apple nel piu’ grande mercato mobile del mondo passera’ dalle attuali 16 citta’ a 300 citta’ entro la fine dell’anno. “La scorsa settimana e’ stata la migliore mai registrata in Cina in termini di attivazioni – ha affermato Cook – abbiamo un incredibile rampa di lancio davanti a noi”. Nel primo trimestre fiscale Apple ha venduto complessivamente 51 milioni di iPhone come non era mai avvenuto in soli tre mesi, in rialzo rispetto ai 47,8 milioni di iPhone venduti nello stesso periodo di un anno fa’. (AGI, 28 gennaio 2014)