Editoria

28 gennaio 2014 | 11:05

Adnkronos di nuovo in sciopero contro i licenziamenti collettivi

(TMNews) L’agenzia di stampa Adnkronos è di nuovo in sciopero nella giornata di oggi per la protesta, iniziata venerdì scorso e confermata ieri sera da una nuova assemblea di redazione dopo tre giorni consecutivi di mancata trasmissione delle notizie in rete, a causa del licenziamento collettivo di 20 giornalisti e 3 poligrafici comunicato giovedì scorso al cdr dall’editore e proprietario dell’agenzia Pippo Marra.

“L’assemblea dei giornalisti dell’Agenzia Adnkronos e di Mak-Multimedia Adnkronos ,riunitasi d’urgenza – è scritto nel documento approvato nella tarda serata ieri dalla redazione all’unanimità, con sei astensioni- respinge con fermezza l’apertura della procedura di licenziamento collettivo di 20 giornalisti e 3 poligrafici, con ricorso alla legge 223/91, comunicata formalmente oggi dall’editore attraverso la Fieg. Procedura giudicata illegittima , ritorsiva e fuori da ogni regola che disciplina qualsiasi rapporto di lavoro”. E “affida ai cdr un ulteriore pacchetto di 5 giornate di sciopero” e proclamando “per martedi’ 28 gennaio, una nuova astensione dal lavoro dopo le due giornate gia’ effettuate la scorsa settimana. Allo sciopero aderiscono anche i colleghi poligrafici dell’Agenzia”.

L’assemblea ha inoltre “rinnova l’appello al Governo e alle Istituzioni per un intervento che porti l’editore a ritirare la procedura avviata”. E “ribadisce la propria disponibilità a un confronto nelle sedi opportune sulla vertenza aperta”. (TMNews, 28 gennaio 2014)