Editoria

29 gennaio 2014 | 12:58

Accordo sull’equo compenso per i giornalisti non subordinati. Legnini: “Sono soddisfatto”

(ITALPRESS) Questa mattina la Commissione istituita per l’attuazione della disciplina dell’equo compenso, presieduta dal Sottosegretario Giovanni Legnini, ha approvato la prima delibera di applicazione della legge 233 del 2012 con il voto favorevole di tutti i componenti e con la sola astensione del rappresentante della Fieg.

Dopo una lunga istruttoria e un confronto approfondito con tutti i soggetti rappresentativi, la commissione ha deliberato le modalita’ di attuazione dell’equo compenso per i giornalisti non subordinati. In applicazione della decisione, le parti dovranno produrre entro il 28 febbraio le tabelle contenenti la quantificazione dell’equo compenso, in mancanza delle quali la commissione sara’ chiamata a decidere su una proposta del sottosegretario con delega all’Editoria.

Giovanni Legnini, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio (foto Olycom)

“Si tratta di una decisione molto importante che andra’ completata con la definizione dei parametri numerici dell’applicazione dell’equo compenso – ha commentato il sottosegretario Legnini -. Sono soddisfatto e ringrazio tutti i partecipanti che hanno contribuito ad una sintesi importante su una materia molto difficile e controversa. Mi auguro che l’astensione costruttiva delle parti datoriali possa preludere ad una definizione positiva anche della seconda ed ultima decisione che dovra’ essere assunta”. (ITALPRESS, 29 gennaio 2014)