Julie Gayet querela ancora una volta il settimanale Closer

(TMNews) L’attrice francese Julie Gayet ha querelato una seconda volta il settimanale Closer per aver pubblicato il 17 gennaio una foto che la ritrae al volante della sua auto. Lo ha reso noto la procura di Nanterre che sul caso ha aperto una inchiesta per “violazione della privacy”. La foto è apparsa sul rotocalco una settimana dopo le rivelazioni del settimanale sul suo amore segreto con il presidente François Hollande. Secondo il procuratore Robert Gelli, la ragione è dalla parte dell’attrice: l’automobile è infatti un luogo privato per la giurisprudenza d’oltralpe.

Julie Gayet (foto Olycom)

L’attrice 41enne aveva denunciato Closer una prima volta per il famigerato servizio del 10 gennaio che ha fatto tremare l’Eliseo e che ha portato il presidente Hollande a troncare la relazione con la ormai ex premiere dame Valerie Trierweiler. Julie Gayet ha chiesto al settimanale almeno 50.000 euro di danni e di interessi.

A marzo la bionda attrice, di solida fede socialista, aveva già sporto denuncia contro ignoti per la notizia apparsa su più siti di una sua all’epoca presunta love-story con l’inquilino dell’Eliseo. (con fonte Afp)

TMNews, 4 febbraio 2014

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Usigrai denucia: tutto fermo per un “mortificante totonomine”, serve scatto di orgoglio di ad e CdA

Fisi, presentati a Milano i tre Mondiali di Fassa 2019, Anterselva 2020 e Cortina 2021. Roda rilancia: portiamo le Olimpiadi in Italia

NOVITA’: La classifica internazionale dei brand automobilistici più attivi sui social e dei post più condivisi a settembre