Al via negli Usa una maxi campagna contro il fumo tra gli adolescenti

La Food and Drug Administration, l’ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici, ha lanciato ieri la sua prima campagna nazionale contro la diffusione del tabacco tra gli adolescenti. Un’iniziativa a base di spot, affissioni e messaggi sui social network ricchi di immagini forti sui danni arrecati dal fumo alla pelle, ai denti e alla salute in generale.

La campagna – spiega una nota dell’agenzia – si intitola ‘The real cost’ e costa 115 milioni di dollari. Dall’11 febbraio i messaggi verranno proiettati in almeno 200 centri commerciali e nelle principali tv americane dedicate ai giovani, compresa Mtv. Lo scopo è quello di colpire i dieci milioni di ragazzi tra 12 e 17 anni che negli Usa si dicono pronti a provare la prima sigaretta o hanno già iniziato pur senza diventare fumatori abituali.

“Anche se molti teenager capiscono i rischi del fumo spesso non credono che le conseguenze a lungo termine li colpiranno”, dice il capo dell’Fda, Margaret Hamburg. “Noi sottolineiamo i danni reali insistendo su alcune delle cose che realmente importano ai ragazzi, tra cui il loro aspetto fisico”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Video correlati

La responsabilità sociale in un affascinante spot Huawei: pensa alle conseguenze prima di postare sui social. ‘It’s In Your Hands’

Organizzare le informazioni aiuta il tuo business. Lancia il tuo COMMUNITY MAGAZINE!

#Synod2018, Schönborn: chi ha un lavoro guardi ai giovani precari e disoccupati