A Torino dal 5 al 13 maggio 2014 Articoltr3, il primo Festival sulla pubblicità corretta

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione,di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali (art.3 Costituzione Repubblica Italiana)

Nasce riflettendo sulla nostra Costituzione ‘articolotr3 – comunicare la parità’, il primo Festival della pubblicità corretta che si tiene a Torino dal 5 al 13 maggio 2014.

Il progetto è finanziato da Unione Europea, Repubblica Italiana, Regione Piemonte, Agenzia Piemonte Lavoro e con il patrocinio della Presidente della Camera Laura Boldrini, oltre che: Città di Torino, Provincia di Torino, ADCI – Art Directors Club Italiano, Museo Nazionale del Cinema, Circolo dei Lettori, UNICOM, Ferpi, CIRSDe Centro Interdisciplinare di Ricerche e Studi delle Donne dell’Università di Torino, Master in Giornalismo di Torino, CNA.
Pubblicità Italia Tvn Media Group è media partner.

Si legge nel comunicato che obiettivo del Festival è quello di affermare i principi delle pari opportunità e contrastare le discriminazioni nella comunicazione.

Le sezioni in concorso sono due:
– Professionisti: agenzie, case di produzione, post-produzione, aziende ed enti che hanno realizzato una campagna trasmessa sui media nel corso degli ultimi tre anni;
– Youngadvertisers: studenti di alcune Scuole superiori e Università della Regione Piemonte che hanno aderito all’iniziativa.

Ci si può iscrivere entro il 31 marzo 2014 inviando i materiali a info@articolotre.eu
La domanda di partecipazione è scaricabile dal sito http://www.articolotre.eu/ nella sezione ‘Per partecipare’.
L’iscrizione è gratuita.

Nell’ambito del festival verranno premiate le campagne di prodotti o servizi che, oltre a un’efficace idea creativa, sono prive di linguaggi o contesti che offendono la dignità delle persone ed evitano l’uso di pregiudizi culturali, o stereotipi sociali di discriminazione.

Il Festival non prevede la suddivisione delle campagne in categorie merceologiche ma in categorie sociali in ottica antidiscriminatoria (genere, etnia, religione, opinioni politiche, condizioni personali e sociali, età, disabilità, orientamento sessuale) e della tutela (salute, ambiente, lavoro, welfare).
I presidenti di giuria sono Annamaria Testa per i Professionisti e Paola Manfroni, vicepresidente dell’ADCI, per gli Youngvertisers. A giudicare le opere in gara, tra gli altri: Massimo Guastini presidente dell’ADCI Art Directors Club Italiano; Vincenzo Guggino direttore generale dello IAP Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria; Carmen Belloni presidente del CIRSDe Centro Interdisciplinare di Ricerche e Studi delle Donne dell’Università di Torino; Marta Levi vicepresidente del Consiglio Comunale della Città di Torino; Mariagrazia Girotto, Museo Nazionale del Cinema; Vera Schiavazzi, giornalista.

Per trasmettere agli studenti gli strumenti concettuali della non discriminazione e della parità è stato condotto un percorso di formazione presso: IED, IAAD, Master di Giornalismo, Istituto Albe Steiner, Primo Liceo Artistico, Istituto Fellini. Il percorso didattico si è concluso con successo il 16 dicembre al Cinema Massimo di Torino con un Workshop che ha fornito agli studenti strumenti concreti per realizzare le loro opere.

Il Festival nasce da un’idea di Elena Rosa, presidente dell’Associazione Lofficina, la realizzazione è a cura dell’ATS Associazione Temporanea di Scopo, costituita fra l’Associazione Lofficina http://www.lofficinadelledonne.it/ e piùconzero http://www.piuconzero.it/ di Torino.

Il progetto ha ottenuto il secondo posto nella graduatoria del Bando sociale europeo gestito dalla Regione Piemonte per la “diffusione della cultura di parità e del principio di non discriminazione nel sistema educativo e nel mondo del lavoro”.

 

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Nasce Kleisma, il Linkedin dei musicisti: “Il network gratuito per chi lavora con la musica”

Nasce l’edizione italiana di Inspiring Fifty che premia le donne leader nell’innovazione

Cairo lancia il settimanale ‘Enigmistica Mia’. Sono 16 le testate dell’editore