Turchia, espulso giornalista azero per tweet contro Erdogan

(TMNews) La Turchia ha espulso un giornalista di nazionalità azera per i suoi tweet contro il governo e il premier Recep Tayyip Erdogan. Lo riferisce il suo giornale, Today’s Zaman, versione in lingua inglese di Zaman, quotidiano conservatore che di recente ha scelto la linea critica verso l’esecutivo turco. L’espulsione di Mahir Zeylanov deve ancora essere confermata ufficialmente, ma su internet circola una foto in cui l’uomo viene scortato dalla polizia all’aeroporto.

Zaman, vicino al movimento dell’imam Fethullah Gulen, accusato di recente da Erdogan di aver orchestrato l’inchiesta per corruzione che ha rischiato di travolgerlo, ha spiegato che Zeylanov è entrato nella lista nera di Ankara per “aver pubblicato tweets contro funzionari pubblici di alto livello”. Il provvedimento è fondato su una legge che consente l’espulsione di coloro “la cui residenza in Turchia è considerata dannosa per la sicurezza pubblica e per le condizione politiche e amministrative”.

Zeynalov è oggetto di denuncia da parte di Erdogan per i suoi tweet di dicembre sull’inchiesta anticorruzione in cui, secondo il premier, ha pubblicato “ingiurie e bestemmie nel tentativo di provocare odio e animosità” riferisce Zaman. (TMNews, 7 febbraio 2014)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Dal 22 ottobre al via ‘Fuorilegge’, spazio settimanale di Klaus Davi su TgCom24

Panorama: dai giornalisti ribadito il no alla cessione

Selfie mortali, dal 2011 al 2017 259 decessi legati alla ricerca dello scatto perfetto