LinkedIn compra Bright per 120 milioni, migliora la ricerca di lavoro

(ANSA) LinkedIn, il social network professionale, punta a migliorare il suo servizio per connettere domanda e offerta di lavoro e compra la start up Bright, specializzata nel rintracciare nei curricula gli elementi più adatti a determinati impieghi. Un acquisto da 120 milioni di dollari che per LinkedIn rappresenta la maggiore acquisizione da quando è nata. L’azienda ha diffuso anche i dati trimestrali: nel quarto trimestre 2013 ricavi in aumento del 47%, ma le previsioni deludono la Borsa. Bright utilizza algoritmi per consigliare a chi cerca lavoro delle proposte di impiego pertinenti a qualifiche e capacità. Servirà a LinkedIn – e ai suoi oltre 227 milioni di iscritti – per migliorare l’incontro tra domanda e offerta lavorativa. Il social network non è nuovo ad acquisizioni ma quella per Bright è la cifra più alta mai sborsata. Tra gli acquisti più rilevanti ci sono stati Slideshare, per la condivisione di presentazioni di lavoro per 119 milioni di dollari; Pulse per ‘soli’ 90 milioni, applicazione per aggregare notizie. L’annuncio dell’acquisto è arrivato contestualmente alla pubblicazione dei dati trimestrali di LinkedIn. I ricavi sono cresciuti raggiungendo 447 milioni di dollari e superando previsioni aziendali e degli analisti. La compagnia ha annunciato che il fatturato nel primo trimestre 2014 si aggirerà fra i 455 e i 460 milioni di dollari, con un incremento del 40%. Stima che è al di sotto di quella degli analisti, che puntavano su quota 470 milioni, come riportato dal Wall Street Journal. Previsioni deludenti che hanno fatto crollare il titolo di oltre 10 punti percentuali negli scambi del dopo Borsa.(ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Juventus Tv, rinasce sul web con un canale on-demand

Rai, Laganà: ricerca di intesa politica delegittima l’azienda e blocca il cambiamento

La classifica dei media italiani più attivi sui social e dei post con più interazioni a luglio – INFOGRAFICHE