Pedro J. Ramírez chiede al New York Times di ritirare un suo articolo

Pedro J. Ramírez, l’ex direttore di El Mundo, ha chiesto di togliere dal sito del New York Times un suo articolo in cui parla della sua destituzione dal vertice del quotidiano di Unidad Editorial (la controllata spagnola di Rcs).

A quanto pare Ramírez aveva letto la traduzione e dato il suo consenso, ma la versione finale che è stata pubblicata non corrisponderebbe all’originale: “E’ irriconoscibile”, ha affermato su Twitter. “Hanno cambiato paragrafi e il titolo”.

Pubblicato giovedì 6 febbraio, l’articolo afferma che Ramírez è stato destituito “per aver parlato chiaro”, e che la democrazia spagnola sta vivendo il suo momento “più fragile” dalla morte di Franco.

Pedro J. Ramírez (foto Lefigaro.fr-Afp)

Pedro J. Ramírez (foto Lefigaro.fr-Afp)

“I presidenti precedenti, compreso il socialista José Luis Rodriguez Zapatero”, prosegue l’articolo, “hanno accettato le critiche della stampa. Però, tutto è cambiato quando Mariano Rejoy è arrivato al potere. Nonostante lo avessimo appoggiato in tre occasioni – con il Mundo  – una volta al potere ha mostrato ostilità verso le verità scomode e indifferenza nei confronti della pubblica opinione”.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Confindustria Radio Tv: tagli a informazione non portano benifici; costruire nuovo modello business e riconosciuto copyright 

Dal 22 ottobre al via ‘Fuorilegge’, spazio settimanale di Klaus Davi su TgCom24

Panorama: dai giornalisti ribadito il no alla cessione