A Mediaset i diritti tv della Champions per il triennio 2015-2018, a Sky l’Europa League

(ANSA) Guerra ’15-’18. Non è mondiale, è solo per i diritti tv del calcio europeo, ma le parti in causa hanno messo in campo risorse ingenti. Con una offerta monstre (arriverebbe addirittura a 700 milioni di euro) Mediaset si è aggiudicata la Champions League per il triennio 2015-2018. Sky, ovviamente colpita sul proprio territorio, replica prendendo l’Europa League. E per il 2014-2015 si gode in solitudine la Champions, fino ad ora avuta in condominio con Mediaset Premium. Come tradizione, la pay tv non precisa il costo del nuovo accordo. A questo si apprende, però, “i valori economici sono costanti rispetto agli attuali”. Grandi manovre, insomma, anche se molto lascia pensare che questo sia solo l’inizio e che il futuro riservi ancora la possibilità di condivisioni. Alla chiusura della gara bandita dalla Uefa ed aperta a tutti gli operatori, a Mediaset sono stati assegnati sia i diritti per la trasmissione in diretta di tutti i match in pay tv (Mediaset Premium), sia quelli per una partita per turno visibile gratuitamente solo sulle reti Mediaset. A questi si aggiunge, sempre in esclusiva, la possibilità di trasmettere tutti i match anche in differita, gli highlights, tutti i gol visibili la sera stessa, oltre alla diretta streaming degli incontri su tutti i dispositivi fissi e mobili. Tre anni di esclusiva assoluta su tutte le piattaforme, quindi. Già dalla prossima edizione di Champions League 2014-2015 ci sarà una novità: per la prima volta da 14 anni, la partita più importante del turno del mercoledì sarà trasmessa gratuitamente in HD solo sulle reti Mediaset. Non sarà quindi visibile sulle reti a pagamento, né digitali né satellitari. Dopodiché, dall’edizione successiva e per tre anni fino al 2018, tutte le partite del torneo più importante d’Europa, compresa la Supercoppa Europea, saranno visibili solo su Mediaset, attraverso le reti free e pay ed i servizi online del Gruppo. (ANSA, 10 febbraio 2014)

Pier Silvio Berlusconi, vice presidente Mediaset (foto Olycom)

Pier Silvio Berlusconi, vice presidente Mediaset (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi