“Il piano di fusione con TmNews non prevede un vero rilancio”: i redattori dell’Asca annunciano 10 giorni di sciopero

Il progetto di integrazione tra TmNews e Asca “non appare supportato da alcuna visione strategica da parte degli azionisti, non prevede obiettivi editoriali nè di bilancio e, in particolare, non si ravvisano ipotesi di investimento al fine di un vero rilancio delle due agenzie, mentre si scaricano in toto sui lavoratori gli oneri dell’operazione”. Lo scrive l’Assemblea dei redattori dell’Asca in una nota, nella quale annuncia di affidare al Cdr un pacchetto di 10 giorni di sciopero da attuare nel caso in cui l’Editore intendesse procedere all’attuazione del piano così come proposto.

Ecco il comunicato dell’Assemblea dei redattori dell’Asca diffuso martedì 11 febbraio:

L’Assemblea dei redattori dell’Asca giudica del tutto inadeguato e incongruente il documento presentato dall’Editore circa un’ipotesi di integrazione con Tm News.
Pur comprendendo le ragioni del prospettato consolidamento del panorama delle agenzie nazionali, l’assemblea rileva che il progetto presentato non appare supportato da alcuna visione strategica da parte degli azionisti, non prevede obiettivi editoriali ne’ di bilancio e, in particolare, non si ravvisano ipotesi di investimento al fine di un vero
rilancio delle due agenzie, mentre si scaricano in toto sui lavoratori gli oneri dell’operazione.
Si ipotizza la fusione tra due realta’, una delle quali in forte disequilibrio finanziario, prevedendo il rientro attraverso esuberi e contratti di solidarieta’ da applicare in maniera indiscriminata. Si ripropone infine un modello dimostratosi economicamente insostenibile.
In considerazione di cio’, l’Assemblea dei redattori dell’Asca, all’unanimita’, chiede all’Editore di elaborare una proposta che vada nella direzione di un vero rilancio attraverso investimenti e non inaccettabili tagli al costo del lavoro. L’Assemblea affida al Cdr un pacchetto di 10 giorni di sciopero (cinque + cinque) da attuare nel caso in
cui l’Editore, unilateralmente, intendesse procedere all’attuazione del Piano cosi’ come proposto.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Dolce&Gabbana: per esprimere unicità e identità utile solo la carta stampata. Niente web e influencer, è il momento di tornare ai giornali

Classifica Audiweb dell’informazione online a dicembre. Quasi tutti in calo salvo poche eccezioni – TABELLA

Più contenuti ed eleganza italiana per Amica, che si rinnova ispirandosi allo “scroll dello smartphone”