Si dimette il direttore di Libération

Nicolas Demorand lascia la direzione del quotidano francese Libération dopo che i redattori, riuniti in assemblea venerdì scorso, avevano chiesto all’unanimità le dimissioni sue e del condirettore Philippe Nicolas, respingendo inoltre il piano editoriale di rilancio della testata, da tempo in grave crisi.

In un messaggio inviato questa mattina alla redazione, Demorand scrive: “Spero con tutto il cuore che la mia uscita possa facilitare il dialogo necessario per far uscire il giornale dalla crisi. Ho trascorso con voi tre anni ricchi, emozionanti e talvolta difficili. Non lo dimenticherò, vi auguro il meglio”.

Gli editori vorrebbero trasformare la testata della gauche francese in un social media e la sede della redazione in un centro culturale e ricreativo. Una prospettiva respinta con forza dai giornalisti, come testimonia una copertina di Libé uscita settimana scorsa con la scritta a tutta pagina: “Noi siamo un giornale, non un ristorante, non un social network, non uno spazio culturale”.

Per realizzare il loro progetto gli azionisti (Bruno Ledoux, Edouard de Rothschild e il gruppo italiano Ersel) hanno chiesto un prestito al ministero dell’Economia.

Nicolas Demorand (foto 20minutes)

Nicolas Demorand (foto 20minutes)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Fnsi-Usigrai-Odg: basta lottizzazione. Serve legge che liberi la Rai dai partiti

Upa e Nielsen mettono online lo storico degli investimenti adv in Italia dal 1962 a oggi

Crédit Agricole tifa Inter. Maioli a Spalletti: sponsorizziamo la Francia e vince i Mondiali, ora tocca a lei…