L’editore di Tv2000: “Contratto di Boffo risolto per motivi di riassetto generale”

Dino Boffo non è più direttore di Tv2000, la televisione della Cei. Il suo contratto “è stato risolto”, come spiega a ‘Vatican Insider’ il presidente del Cda di Rete Blu Spa, Giovanni Traverso, confermando il licenziamento, che è stato comunicato all’interessato questa mattina. “Non si tratta di una rimozione, è stato risolto il rapporto di lavoro che il dottor Boffo aveva con la società. Non ci sono motivazioni particolari, ma il provvedimento si inserisce in un più ampio piano di riassetto generale”.

Insomma, secondo le parole del presidente del Cda dell’editore di Tv2000, si tratta un cambiamento da leggere alla luce di altri già avvenuti o ancora in corso ai vertici della Conferenza episcopale dopo il cambio di pontificato. Nella sede della Cei, come segretario ad interim, si è da poco insediato il nuovo segretario generale, Nunzio Galantino, scelto da Papa Francesco.

“La decisione – continua Traverso – è stata valutata nei termini della sua fattibilità giuridica: le posizioni di rilievo come quella del direttore prevedono più ampi margini di manovra da parte dell’editore”. Alla domanda se si è trattato di una separazione consensuale, il presidente di Rete Blu Spa si limita a rispondere: “Si è trattato di una decisione comunicata a Boffo, che da oggi non è più direttore”.

Per il momento l’incarico viene assunto da monsignor Francesco Ceriotti, novantenne, direttore dell’Ufficio Nazionale delle Comunicazioni Sociali durante le presidenze Cei dei cardinali Antonio Poma, Anastasio Ballestrero e Ugo Poletti, e nei primi anni dell’era di Camillo Ruini. Ceriotti era stato anche presidente di TV2000 e aveva contribuito a fondare l’emittente dei vescovi italiani.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Copyright, Carotti (Fieg): cooperare con le grandi piattaforme. Per l’industria di qualità servono risorse

Tennis, Next Gen Atp torna a Milano. Binaghi (Fit): le Atp Finals a Torino un sogno realizzabile

Facebook sceglie l’ex vice premier inglese Clegg per guidare affari globali e comunicazione