Continua la marcia di MasterChef: quasi 1,2 milioni di spettatori

(ITALPRESS) Il successo di MasterChef non conosce avversari : il cooking show di Sky uno ha registrato ieri 1.171.562 spettatori medi, confermandosi a livelli di assoluta eccellenza nonostante la concomitanza con il maggiore evento di intrattenimento della tv generalista.

L’appuntamento di ieri, in crescita del +48% rispetto all’omologa serata dell’anno scorso, ha visto uscire dalla gara Rachida, l’aspirante cuoca marocchina, idolo del web e dei social che, tra lacrime e inaspettati colpi di coda, e’ riuscita ad arrivare a un passo dalla vittoria. Con lei fuori dal gioco anche Eleonora che ha dovuto riconsegnare il grembiule al termine di una sfida serratissima con il “dottore” Federico.

Da sinistra: Joe Bastianich, Carlo Cracco e Bruno Barbieri, i giudici di Masterchef Italia (foto Olycom)

In particolare per il 19° episodio sono stati 1.186.770 gli spettatori medi incollati alla tv, come dimostra l’altissima percentuale di permanenza a quota 82%, mentre il 20° episodio e’ stato seguito da 1.156.355 spettatori medi con una permanenza record dell’84%. Numeri di grandissimo impatto con cui Sky Uno e’ stato ieri anche il canale piu’ visto della piattaforma.

E MasterChef spopola anche su twitter con oltre 31 mila tweet totalizzati ieri sera di cui piu’ di 24.400 con hashtag #MasterChefIt, oltre 3 volte rispetto alla stessa puntata della scorsa stagione. L’hashtag #MasterChefIt ha scalato la classifica dei trending topic della serata fino ad arrivare tra le prime posizioni. Nella classifica sono anche entrati concorrenti : “Rachida”, “Almo”, “Federico” e i termini piu’ twittati sono stati, oltre a MasterChef, “Rachida” ed “Eleonora”. (ITALPRESS, 21 febbraio 2014)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi