Telefonica accelera per l’acquisto di Digital+

(MF-DJ) Telefonica non vuole far entrare un big internazionale del mondo dei media nel mercato spagnolo della tv a pagamento. Così dopo mesi di riflessioni e tentennamenti il colosso delle tlc guidato da Cesar Alierta sarebbe pronto a fare un’offerta formale al gruppo Prisa per l’acquisto della quota di maggioranza, il 56%, di Digital+.

A giorni, scrive milanofinanza.it, secondo quanto riferiscono fonti locali, Telefonica potrebbe presentare formalmente l’impegno a diventare il socio forte della piattaforma televisiva digitale a pagamento potendo contare già sulla partecipazione di minoranza del 22%, la stessa quota detenuta al momento pure da Mediaset Espana (comprò il suo 22% a un prezzo di 492 milioni di euro che implicherebbe una valutazione di 1,2 miliardi per il 56% in mano a Prisa). Una mossa che va letta anche alla luce del progetto del gruppo Mediaset di accorpare in un’unica società tutte le attività della pay tv.

La decisione di sparigliare le carte e farsi avanti con un’offerta di almeno 600 milioni sarebbe legata alla volontà del big delle tlc iberiche di far in modo che l’ambito boccone, in Spagna da tempo è in atto una corsa all’acquisto dei diritti sportivi in tv grazie ai risultati brillanti delle squadre di calcio, dei piloti della MotoGp e del tennis, non finisca in mano a un colosso come il gruppo 21st Century Fox di Rupert Murdoch o alla francese Tf1 oppure alla tv del Qatar Al Jazeera interessata al bacino del Mediterraneo.

Ovviamente, Telefonica punta molto sul suo ruolo di riferimento nel mondo delle tlc locali e sulla forza del marchio e, infine, sulle potenziali sinergie in fatto di convergenza con il broadcaster digitale soprattutto sul fronte della trasmissione degli eventi sportivi. Del resto, proprio di recente, in Inghilterra British Telecom ha comprato per quasi 900 milioni di sterline i diritti per la Champions League per il Regno Unito soffiandoli al leader di mercato BSkyB che fa riferimento allo stesso Murdoch. (MF-DJ, 26 febbraio 2014)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci