Mosca inasprisce il controllo sulla Rete, YouTube prima vittima

(TMNews) Uno dei più grandi provider della Repubblica di Altai (Federazione russa) OngNet ha bloccato per i propri abbonati l’accesso a YouTube perché l’Authority russa competente Roskomnadzor ha dato disposizione dfi vietare alcuni video ospitati dal sito internazionale di condivisione di video.

Il tutto a fronte di una tendenza sin troppo chiara: Mosca sta istituendo un controllo crescente sulla rete e si avvia a inasprire le restrizioni su internet nei prossimi mesi.

Secondo alcuni abbonati l’accesso a YouTube in Altai (Siberia sud-occidentale) è stato interrotto, poi è stato ripristinato due volte per un breve periodo di tempo, per poi sparire di nuovo. Gli abbonati di altri provider possono ancora utilizzare la risorsa liberamente. Mentre secondo uno dei direttori di OngNet Andrey Chepkin, se rimossi dal sito i video proibiti, l’accesso può riprendere immediatamente. (TMNews, 10 marzo 2014)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Diritti tv del calcio: giornate decisive, Agcm chiede spiegazioni a Mediapro

Il contratto degli Enti locali apre al ‘giornalista pubblico’. Fnsi: risultato importante

Blitz di Forza Nuova negli studi televisivi di La7