TLC

10 marzo 2014 | 12:03

“Abbiamo un disperato bisogno di giovani”, dice l’ad di Telecom Italia

(ANSA) Il debito resta un nodo importante per Telecom ma ora che è stato ridotto sotto i 27 miliardi l’ad Marco Patuano sposta l’accento su investimenti e occupazione. ”La riduzione del debito è ancora importante ma penso a quello che abbiamo fatto in autunno, la raccolta di 1,3 miliardi di capitale e la vendita dell’Argentina hanno stabilizzato il nostro bilancio. Abbiamo bisogno di investire sia nel fisso che nel mobile principalmente in infrastrutture”, è il primo punto. Il secondo tema è che ”abbiamo bisogno di assumere giovani”. Patuano fa un confronto con le strategie dei big oltreoceano come Google: ”Sono più giovani, hanno una differente attitudine e una diversa velocità. Non possiamo – spiega al Financial Times che lo ha intervistato durante il Mobile World Congress di Barcellona – smettere di assumere giovani, stiamo diventando vecchi e non possiamo sopravvivere così. Abbiamo disperatamente bisogno di assumere mille, 2 mila 2500 persone e non solo ingegneri. (ANSA, 10 marzo 2014)

Marco Patuano (foto Olycom)

Marco Patuano (foto Olycom)