11 marzo 2014 | 16:38

Arriva anche in Italia Junior MasterChef, da giovedì su Sky Uno Hd (VIDEO)

Dopo il successo della terza edizione di MasterChef, che è stato il programma più visto di sempre su Sky Uno, sbarca per la prima volta in Italia Junior MasterChef, spin-off del talent culinario che mette tra i fornelli 14 giovanissimi aspiranti chef tra gli 8 e i 13 anni. Giudici-conduttori del programma, prodotto da Magnolia e in onda da giovedì 13 marzo in prima serata su Sky Uno Hd per cinque serate da due ore ciascuna, sono Lidia Bastianich (madre di Joe), Bruno Barbieri e Alessandro Borghese.

La gara mantiene lo spirito competitivo del format originario ma viene adattata a misura di bambino: “Abbiamo scelto di rimanere nello studio di MasterChef Italia perchè anche tra i bambini è una gara vera”, spiega Nils Hartmann, direttore produzioni originali di Sky Italia. “Sono stati bravi gli autori e i giudici a dare quel tocco di allegria in più e ad aggiungere elementi di gioco. Ci sono degli accorgimenti ad hoc per i bambini, ad esempio non viene mai eliminato un concorrente solo: l’uscita dalla MasterClass, infatti, sarà sempre in coppia”.

Al vincitore, scelto tra i 3mila bambini che si sono presentati ai casting, andranno il titolo di primo Junior MasterChef d’Italia, una borsa di studio da 15 mila euro offerta da Banca Sistema e un viaggio per tutta la famiglia a Disneyland Paris.

Conferenza stampa di Junior MasterChef

La conferenza stampa di Junior MasterChef. Da sinistra Leonardo Pasquinelli (neo-ad di Magnolia); i giudici Lidia Bastianich, Alessandro Borghese e Bruno Barbieri; Nils Hartmann (direttore produzioni originali di Sky Italia) e Andrea Scrosati (vicepresidente per l’area Cinema, Spettacolo e News di Sky Italia).

“La televisione altro non è che un racconto che porta gli spettatori all’interno di un mondo particolare. Per me questo è un programma particolarmente emotivo dove c’è un forte coinvolgimento. Gli adulti hanno tanto da imparare dai bambini”, aggiunge Andrea Scrosati, vicepresidente per l’area Cinema, Spettacolo e News di Sky Italia. “Puntiamo molto su questo format anche se sarà difficile replicare i picchi di share dell’8,5% raggiunti con la terza stagione di MasterChef”.

I costi, dicono i vertici di Sky, sono stati integralmente coperti da product placement e sponsorship. Una serie di aziende e brand hanno contribuito alla realizzazione del programma anche fornendo alimenti e utensili.

Come per l’edizione ‘Senior’ del programma, anche per Junior MasterChef prosegue la collaborazione con Last Minute Market, società impegnata sul fronte della riduzione degli sprechi insieme all’Opera Cardinal Ferrari di Milano, che ha beneficiato del cibo inutilizzato nel corso della trasmissione. In particolare, durante le prove sono stati salvati dallo spreco 350 kg di prodotti alimentari.

Il format di Junior MasterChef è in continua espansione. L’edizione australiana, lanciata nel 2010 su Sky Uno, ha avuto un grande successo in tutto il mondo ed è stata trasmessa sottotitolata o doppiata in oltre 30 Paesi. Fino ad oggi il programma è stato adattato in 13 Paesi: Australia, Francia, Grecia, Israele, Paesi Bassi, Usa, Spagna, Filippine, Belgio, Finlandia, India, Tailandia ed ora sbarca in Italia.

- Intervento di Andrea Scrosati, vicepresidente per l’area Cinema, Spettacolo e News di Sky Italia

- Intervento di Nils Hartmann, direttore produzioni originali di Sky Italia

- Il promo del programma