13 marzo 2014 | 15:08

Rosato e Cornelli in corsa per la presidenza Assorel. In arrivo la prima rilevazione sul mercato delle Rp

Dopo un doppio mandato biennale non più prorogabile, Beppe Facchetti prende congedo dalla presidenza Assorel, l’associazione che riunisce le imprese che si occupano di relazioni pubbliche. Il 18 marzo l’assemblea sceglierà il successore tra i due candidati, i vice presidenti Filomena Rosato e Andrea Cornelli. Rosato, fondatrice di FiloComunicazione, è espressione delle piccole e medie aziende del settore, mentre Cornelli, presidente e ceo di Ketchum Italia, è un esponente delle grandi aziende internazionali di Rp. Un settore che nel complesso ha un giro d’affari di circa 140 milioni di euro. “Ma sono cifre che non rispecchiano il vero business delle relazioni pubbliche perchè c’è tutto il Sud Italia dove agiscono molte realtà più o meno strutturate che però non hanno alcuna rappresentanza all’interno di Assorel”, dice Facchetti che annuncia per aprile la presentazione di un’approfondita ricerca a cura di Sda Bocconi in cui verrà tracciato un quadro rigoroso e dettagliato del mercato italiano delle Rp. Mercato in cui - denuncia Facchetti - in tempi di crisi come questi dove le risorse diminuiscono si registrano sempre più spesso delle invasioni di campo da parte di alcuni operatori dell’advertising.

Facchetti oggi a Milano ha presentato il consuntivo generale della sua attività associativa al termine del biennio di lavoro del Consiglio Direttivo e della sua presidenza. Una nota dell’associazione rivela che nel quadriennio guidato da Facchetti sono stati messi a punto e aggiornati alcuni elementi fondativi dell’Associazione (Statuto, Regolamento, Codici di comportamento, Certificazioni). Facchetti ha poi ricordato il crescente successo di alcune attività sia tradizionali che innovative, come il Premio Assorel per la migliore campagna di RP, il piano di formazione “Assorel Academy”, gli studi e ricerche sul settore, i rapporti con EXPO2015, la crescente presenza nei Social Networks, il processo di internazionalizzazione, l’organizzazione di workshops, la partecipazione a giurie di Premi nazionali e internazionali e l’impegno nella costituzione e sviluppo di Confindustria Intellect, cui partecipa insieme alle altre Associazioni in rappresentanza dei cosiddetti KIBS (Knowledge, Intensive Business Services).

Secondo il presidente uscente “le Relazioni Pubbliche tengono nonostante la crisi e una caduta del PIL che ha superato il 9% mettendo alle corde le tradizionali attività dell’advertising. Per quanto riguarda il presente e il futuro si deve essere consapevoli che la fase di transizione nell’assetto complessivo della comunicazione che ha caratterizzato questi ultimi 2-4 anni metterà la nostra industry alla prova di nuove sfide e profondi cambiamenti, forse anche nuovi equilibri e nuove sinergie. A cominciare dal rivoluzionario ruolo del digitale, oggi sempre più strategico, salteranno probabilmente le convenzioni e i confini che hanno fino ad oggi governato l’ambito imprenditoriale e professionale della comunicazione. Si dischiudono nuovi orizzonti e una Assorel che ha attraversato con capacità una fase così difficile, tormentata e performante, sarà sicuramente in grado di governare e non subire il cambiamento”.

Al termine dell’incontro Beppe Facchetti, che assumerà il ruolo di past president nel prossimo biennio, ha confermato che per la nuova Presidenza si sono candidati Andrea Cornelli e Filomena Rosato, attualmente Vice Presidenti di Assorel.