Comunicazione

18 marzo 2014 | 11:24

Accordo Bei-Unicredit, 700 milioni alle imprese italiane. Particolare attenzione per l’occupazione giovanile

(TMNews) – La Banca europea per gli investimenti e il Gruppo UniCredit hanno sottoscritto tre nuovi accordi per 700 milioni di euro di finanziamenti a medio-lungo termine destinati a fornire nuove risorse al tessuto produttivo italiano. Lo hanno comunicato Bei ed Unicredit.
Tre le aree di intervento: oltre ai prestiti destinati a piccole e medie imprese, parte delle linee di credito (200 milioni di euro) è rivolta ad aziende che creano nuova occupazione giovanile, mentre un`ultima tranche è per i progetti finalizzati a fronteggiare e prevenire i danni delle calamità naturali. 

I finanziamenti per l`occupazione giovanile rientrano nel programma Jobs for Youth, attivato dalla Bei dopo il Consiglio europeo di Bruxelles del giugno 2013. La linea di credito di 200 milioni aperta a UniCredit è destinata a Pmi, Mid-Cap e Start-up innovative al fine di favorire nuova occupazione per i giovani nella fascia di età compresa tra i 15 e i 29 anni. Con questa operazione, il totale delle risorse Bei dedicate all`Italia con il Jobs for Youth sale a 440 milioni.

“La collaborazione consolidata che abbiamo con UniCredit si rafforza con queste operazioni, tutte finalizzate a far arrivare nuove risorse al tessuto produttivo italiano in una fase in cui iniziano a manifestarsi primi segnali di ripresa. Sottolineo l’importanza del prestito per le aziende che assumono o formano giovani e per le start up: solo con gli investimenti si può combattere l’emergenza sociale della disoccupazione giovanile”, ha commentato il vicepresidente della Bei, Dario Scannapieco, “I nuovi accordi firmati con Bei confermano l`impegno della nostra banca a favore del sistema imprenditoriale italiano e ci consentono di rafforzare ulteriormente con interventi a medio lungo termine l’aiuto alle imprese per agganciare la ripresa. Con una particolare attenzione a un tema che ci sta molto a cuore, come quello dell`occupazione giovanile. L`operazione con Bei rientra in un più ampio piano del Gruppo a supporto delle imprese, che solo nel segmento corporate prevede oltre 6 miliardi di crediti nel corso del 2014″, ha ricordato l’amministratore delegato di UniCredit, Federico Ghizzoni. (TMNEWS, 18 marzo 2014)