Alibaba investe in start up per chat e videochiamate

(ANSA) Alibaba, il colosso cinese dell’e-commerce che fa concorrenza ad Amazon e che si appresta a sbarcare a Wall Street, punta anche sui servizi di chat e videochiamate. Il gruppo ha investito 215 milioni di dollari su TangoMe, start up californiana che fornisce un’applicazione per videochiamare gratis, come Skype o FaceTime, oltre che per mandare messaggi, foto e anche giochi. Ha 200 milioni di utenti registrati. Nata nella Silicon Valley, TangoMe ha ottenuto un investimento complessivo di 280 milioni di dollari, di cui la parte più consistente da parte di Alibaba, il cui 24% è di proprietà di Yahoo!. Per un’app simile, WhatsApp, ma con oltre il doppio di utenti attivi e più popolare, Facebook ha sborsato 19 miliardi di dollari. Segno che il mercato fa gola a un numero di aziende sempre maggiore. Con questo investimento Alibaba sfida in primis il rivale cinese Tencent che possiede un servizio di chat molto diffuso, soprattutto in Cina: WeChat, con 355 milioni di utenti. Alibaba aveva anche lanciato un suo servizio di messaggi, Laiwang, ma in un mese – a novembre scorso – raggiunse solo 10 milioni di utenti. (ANSA, 20 marzo 2014)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Potenza degli influencer. Un tweet di Jenner fa perdere a Snapchat 1,3 miliardi

Lotti: il problema della Serie A era il valore troppo basso. L’assegnazione dei diritti a Mediapro fa ben sperare

Cairo: dal mio arrivo in Rcs, nel 2016, debito sceso di 8 milioni ogni mese