TLC

26 marzo 2014 | 10:17

“La rete non deve essere scorporata”, dice Gamberale. Telefonica potrebbe essere un grande partner industriale per Telecom

(MF-DJ) “La rete non deve essere scorporata, ma valorizzata come società operativa in cui è anche possibile far entrare nuovi soci. Comunque sia, non c’è dubbio che la rete di Telecom deve evolversi”.
Lo afferma, in un’intervista al Sole 24 Ore, l’a.d. Di F2i Vito Gamberale, aggiungendo che “l’idea della separazione della rete mi è parsa sempre surreale. La rete telefonica di un grande incumbent è fatta di parti fisiche, di parti logiche, di intelligenza distributiva. Non è di facile perimetrazione geometrica”.

Vito Gamberale (foto Olycom)

Quanto a Telefonica, Gamberale ritiene che “possa rappresentare un grande partner industriale per Telecom. L’importante è avere garanzie su comportamenti e strategie, cioè sul fatto che Telecom deve investire sull’Italia e sulla modernizzazione della rete nazionale di trasporto in modo da garantire a tutti gli italiani l’accesso a internet a una vera alta velocità”.
“Un’azienda – prosegue Gamberale – non può ignorare un socio al 15%, tanto meno un gruppo che rappresenta oltre il 22%, ma non può ignorare nemmeno il restante 78% circa. Son certo che anche chi rappresenta il 15% (o il 22%) ha questa visione”. (MF-DJ, 26 marzo 2014)