“Utilizzare i fondi strutturali Ue per accelerare il percorso dell’Agenda digitale”, dice Bassanini

(MF-DJ) “Il Governo deve entrare al più presto in campo per il rilancio delle infrastrutture digitali”.
Questa l’indicazione del presidente di Cassa Depositi e Prestiti e Astrid, Franco Bassanini, giunta nel corso di un intervento a un convegno promosso dall’Associazione italiana internet provider. “Le risorse – ha spiegato Bassanini – sono limitate perchè quelle che potranno arrivare dalla spending review dovranno necessariamente essere impiegate per la riduzione delle tasse e del debito: occorre quindi utilizzare i fondi strutturali europei per accelerare il percorso dell’Agenda digitale”.

Franco Bassanini (foto Olycom)

Secondo Bassanini, il Governo dovrebbe destinare parte dei fondi “al sostegno della domanda pubblica della banda larga, a favorire l’impegno degli operatori alla realizzazione delle infrastrutture, nonchè all’istituzione di una garanzia pubblica nei confronti di quelle imprese che ricorrono ai project bond”. Un pacchetto di misure la cui “unica alternativa è la separazione della rete Telecom, sulla falsariga di quanto già successo con Eni-Snam”, ha sottolineato Bassanini. “Un’ipotesi – ha concluso – che vedrebbe l’arrivo di numerosi investitori esteri”. (MF-DJ, 2 aprile 2014)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci