Comunicazione, TLC

03 aprile 2014 | 14:02

Il parlamento europeo dà il via all’abolizione del roaming

(ASCA) ”La decisione odierna rappresenta una novità importantissima per i consumatori: d’ora in avanti chi si recherà all’estero potrà utilizzare il proprio cellulare senza più dover pagare costi di roaming”. Con queste parole l’europarlamentare Licia Ronzulli, portavoce della delegazione di Forza Italia al Parlamento Europeo, commenta l’adozione delle nuove norme sulla telefonia.

”Un nuovo passo in avanti – continua Ronzulli – verso un vero mercato unico della telefonia, in cui tutti gli operatori offrono tariffe concorrenziali e i consumatori sono liberi di scegliere l’opzione più vantaggiosa. Dal 15 dicembre 2015 le tariffe sul roaming, ovvero i costi aggiuntivi per l’utilizzo del telefono cellulare in un altro paese dell’Unione Europea, saranno aboliti. Un traguardo storico per milioni di consumatori”.

Licia Ronzulli (foto Olycom)

”Il Parlamento Europeo dimostra ancora una volta di tutelare i diritti dei consumatori e adotta una proposta legislativa che renderà più facile e più economico utilizzare le nuove tecnologie, abbattendo tutti gli ostacoli alla piena realizzazione del mercato unico europeo. La proposta contiene inoltre un forte richiamo ai fornitori di connessioni internet che non potranno più bloccare o rallentare i servizi offerti dai loro concorrenti. Penso ad esempio ai troppi ostacoli che in questi anni i servizi di telefonia on-line, come Skype, hanno dovuto affrontare.

La nuova legislazione garantisce inoltre un ambiente online più sicuro anche per le imprese che, grazie a firme e certificazioni elettroniche, potranno stringere accordi commerciali in tutta Europa con un solo click. Un risparmio importantissimo in termini di tempi e costi che sicuramente aumenterà la competitività delle nostre pmi”, conclude Ronzulli. (ASCA 3 aprile 2014)