Apple guida la rivoluzione ecosostenibile del web

E’ Apple l’azienda tecnologica protagonista del passaggio a un internet sempre più sostenibile. Facebook e Google le fanno compagnia, mentre Microsoft, Twitter e soprattutto Amazon sono sulla cattiva strada. A dare i voti è il rapporto di Greenpeace ‘Clicking Clean: How Companies are Building the Green Internet’, che analizza le misure messe in campo dalle internet company, in particolare nel settore del ‘cloud’, per alleggerire l’impatto sull’ambiente.

Cupertino guida la classifica grazie ai servizi iCloud e iTunes, alimentati con il 100% di energie rinnovabili, ma anche grazie all’impianto fotovoltaico privato più grande degli Usa, che fornisce elettricità ai propri data center nella Carolina del Nord. Anche Facebook e Google si sono impegnate ad alimentare i data center con il 100% di rinnovabili, e secondo Greenpeace sono sulla buona strada. Alle loro spalle si piazza Yahoo! e, più indietro, Microsoft, che “fa molto affidamento sull’acquisto di certificati verdi ma non cambia l’approvvigionamento di elettricità sporca”. Tra gli altri big le maglie nere vanno a eBay, che “si alimenta prevalentemente a carbone”, Ibm e Twitter, di cui si denuncia la mancanza di trasparenza: “Non fornisce informazioni sulla propria impronta ambientale”. Ancora peggio Amazon, alimentata solo per il 15% con energie rinnovabili.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Facebook, nel 2017 raddoppiata la spesa per lobbying in Ue. Da 1,2 a 2,5 milioni di euro

Nbc entra nel consorzio OpenAp dove raggiunge Fox, Turner e Viacom

Formiche, Roberto Arditti nel Cda e direttore editoriale. Cresce l’ebitda di Base Per Altezza