08 aprile 2014 | 12:19

Le domande che un editore deve porsi per muoversi nel digitale

Un articolo pubblicato sul Nieman Journalism Lab, scritto da Raju Narisetti, elenca una serie di domande che un giornalista, un editore, un media mainstream o chiunque faccia informazione nel settore digitale deve porsi per riflettere sull’attuale situazione della redazione e spronarla a gestire in maniera migliore l’apparato che si occupa dei contenuti digitali.

Alcune delle domande che l’articolo consiglia sono:

- Qual è la percentuale di lettori proveniente da smartphone? Confrontare questo dato con quello dell’anno precedente. Distinguere tra tablet e smartphone.

- Quanti giornalisti ci sono nella redazione? E di questi, quanti si occupano del settore mobile?

- Quali sono i servizi a pagamento adottati? E quanti sono gli utenti che li utilizzano rispetto al mese precedente?

- Per le redazioni che propongono abbonamenti digitali e abbonamenti per la versione cartacea, valutare quanti utenti hanno usufruito di entrambi i servizi. Non potrebbero utilizzare l’abbonamento cartaceo per visualizzare una parte dei contenuti online?

- Quanti sono gli abbonati che ogni giorno visitano il sito o usufruiscono prodotti mobile offerti? Qual è la loro percentuale in confronto alla media giornaliera?

- Chi aumenta le visite? Gli abbonati o i visitatori casuali?

- Quante sono le pagine visualizzate per visitatore? Valutare i cambiamenti durante l’anno di questo parametro

- Prendendo in esame il reddito derivante dalla pubblicità, qual’è la percentuale che proviene dall’advertising online? Confrontare il dato con la percentuale dei lettori che utilizzano le piattaforme mobile.

- Qual è la percentuale di abbonati che non utilizzano il servizio e non visitano la pagina?

- Delle persone che lavorano nel ramo digitale, quante di queste hanno assunto questo ruolo da più di tre anni?

- Qual è la percentuale degli utenti che provengono da paese stranieri?

- Qual è il momento della giornata in cui si hanno più visitatori?

Raju Narisetti è senior vice president of strategy alla News Corp. In passato ha lavorato presso il The Wall Street Digital Network e il Washington Post come managing editor.

Leggi l’articolo integrale con tutte le domande sul Nieman Journalism Lab.