Comunicazione

11 aprile 2014 | 11:07

Web: oltre 20 mila posti di lavoro a rischio per pirateria. A dirlo è l’Osservatorio Web Legalità

(MF-DJ) Alla luce degli oltre 255 milioni di atti di pirateria negli ultimi anni e dei circa 500 mln di euro di danno sulla filiera dell’audiovisivo, l’utilizzo illegale di materiali audiovisivi porterà in Italia, in breve tempo, alla perdita di oltre 20.000 posti di lavoro.
E’ l’allarme lanciato dall’Osservatorio Web Legalità (Owl) in occasione della tavola rotonda “Web e legalità, il futuro del Diritto d’Autore” che si è svolta all’Università Luiss Guido Carli per discutere la questione del copyright. Il 39% dell’attività economica complessiva dell’Unione Europea (pari indicativamente a 4.700 miliardi l’anno) è determinata dalle industrie i cui diritti di proprietà intellettuale generano direttamente circa il 26% dei posti di lavoro. (MF-DJ, 10 marzo 2014)