Amazon paga fino a 5 mila dollari chi lascia l’azienda. La strategia serve a selezionare i più motivati

(TMNews) Amazon ha adottato un nuovo sistema per motivare i suoi dipendenti a lavorare e produrre di più, anche se sulla carta potrebbe sembrare l’esatto opposto. Il programma prevede che gli impiegati abbiano una buona uscita di alcune migliaia di dollari per lasciare il proprio posto di lavoro. Lo ha annunciato l’amministratore delegato, Jeff Bezos, nella lettera che ogni hanno invia agli azionisti per fare un bilancio sui risultati raggiunti dal colosso dell’e-commerce e per dare le linee guida dei piani futuri.

Jeff Bezos (foto Olycom)

La mossa sembrerebbe andare nella direzione opposta, visto che solitamente la buona uscita viene data da aziende in crisi che vogliono tagliare il personale. La mente di Bezos invece usa la proposta per arrivare all’effetto opposto: far restare all’interno del gruppo solo i dipendenti più motivati e convinti.

“Il programma si chiama ‘Pay to quit’ (paga per lasciare). Il primo anno che si fa l’offerta è di 2.000 dollari. Poi aumenta di mille dollari all’anno fino a raggiungere quota 5.000”, scrive l’amministratore delegato. “Il titolo dell’offerta è ‘Please don’t take this offer (per favore non accettare questa offerta). Non vogliamo che accettino, vogliamo che restino”, ha concluso Bezos. (TMNews 11 aprile 2014)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

In quattro anni i quotidiani hanno perso un milione di copie, da 2,9 a 1,9 milioni (-34%). Osservatorio Agcom

Amazon interessata alle 22 reti regionali sportive di Disney

Facebook stanzia 4,5 milioni di sterline per la stampa locale inglese