15 aprile 2014 | 11:19

Quadratum: 25 posti a rischio tra giornalisti e grafici

Venticinque posti a rischio all’Editrice Quadratum. “Questo il tragico numero di esuberi dichiarato il 9 aprile alle rappresentanze sindacali dall’ad Giancarlo Ferreri e dal direttore del personale Massimo Lista. Uno stato di crisi che coinvolge giornalisti e grafici editoriali, presentato a seguito del mancato rinnovo della licenza di Rolling Stone Italia da parte di Quadratum”, si legge in questa nota fimata Cdr e Rsu pubblicata sul sito Fnsi.it:

I lavoratori di Editrice Quadratum (giornalisti e grafici editoriali) contestano in modo netto il documento dell’azienda, stigmatizzando il comportamento presuntuoso e incapace nella gestione del delicato (mancato) rinnovo della licenza di Rs da parte dell’editore Lapo Niccolini e dell’ad Giancarlo Ferreri. Un comportamento, dunque, palesemente irresponsabile che non ha tenuto conto dei lavoratori, e che oggi fa ricadere proprio sulle loro teste scelte imprenditoriali sbagliate che si protraggono ormai da troppo tempo.

Ricordiamo che la Quadratum negli ultimi anni si è ‘bruciata’ praticamente tutte le testate che aveva in portafoglio: Historia, Consigli Pratici, Il codice della Cucina Italiana, Stop, Io cucino, Weekend Viaggi, Viaggi e Sapori, VS, Vera Magazine e, ultima fuoriuscita, La Cucina Italiana, storica ‘corazzata’ aziendale, venduta alla Condé Nast lo scorso anno. Oggi la ‘casa editrice di medie dimensioni’, come ama definirsi l’Azienda è ridotta a Intimità e al suo spin off Love Story.

Le rappresentanze sindacali e l’assemblea dei lavoratori si domandano quali siano le reali intenzioni dell’azienda: forse prepararsi a dismettere anche le ultime testate rimaste?

Cdr e Rsu, in attesa del confronto sindacale ai rispettivi tavoli nazionali, hanno proclamato lo stato di agitazione con azioni che verranno decise e comunicate a tempo debito.

L'editore Lapo Niccolini

L’editore Lapo Niccolini