Editoria

15 aprile 2014 | 16:55

Salone del Libro di Torino, felice paradosso nella crisi. Lo dice Ernesto Ferrero

(TMNews) “Registriamo un altro anno difficile per l’editoria italiana e i consumi culturali, un fatto che pero’ non sembra toccare il Salone del Libro di Torino, che fa registrare un felice paradosso: i consumi culturali sono calati del 7% e i visitatori del nostro Salone sono aumentati del 7%”. Lo ha detto il direttore editoriale del Salone del Libro di Torino, Ernesto Ferrero, presentando l’edizione 2014, che si propone di superare il record dell’anno scorso di 300 mila visitatori. (TMNews, 15 aprile 2014)

Ernesto Ferrero, direttore editoriale del Salone del Libro di Torino (foto Olycom)

 

“Le librerie hanno perso il 20% in 3 anni, ma i lettori non sono scomparsi, lo dice il fatto che sono aumentati i fruitori delle biblioteche” ha spiegato Ferrero, presentando il Salone come un luogo vivace dove “si discute, si parla, ci si confronta e ci si guarda negli occhi” in perfetta antitesi con i social network “un mondo di solitari che gridano in solitudine nella speranza che qualcuno li ascolti”. (TMNews, 15 aprile 2014)