Editoria, Editoria, New media, New media

17 aprile 2014 | 8:40

Tra il 2011 e il 2013 i ricavi online sono cresciuti del 30,2%. Lo scenario completo nel rapporto Fieg ‘La Stampa in Italia 2011-2013′ (DOCUMENTO INTEGRALE)

(Il Sole 24 Ore Radiocor) Tra il 2011 e il 2013 i ricavi generati da servizi ed editoria on line sono cresciuti del 30,2%. Lo rileva lo studio presentato dalla Fieg‘La Stampa in Italia 2011-2013′  che ricorda come mentre il fatturato derivante dall’on line rappresentava nel 2011 il 3,9% del totale, nel 2013 la percentuale e’ salita al 6,4%. Approfondendo poi i gravi problemi in cui si dibatte la stampa, lo studio della Federazione, indica il calo degli introiti pubblicitari che non ha risparmiato nessun settore dell’informazione. Tuttavia gli effetti piu’ drammatici si sono prodotti in quei settori, come la carta stampata, in cui erano gia’ presenti e operanti criticita’ in parte dovute all’avvento delle nuove tecnologie di informazione e comunicazione, in parte, certamente non secondaria, allo squilibrio endemico del mercato pubblicitario italiano drogato da uno strapotere televisivo che si perpetua. Il 2013 e’ stato molto difficile per la pubblicita’ mezzo stampa, il calo del fatturato complessivo di quotidiani e periodici e’ stato del 21,2%. Piu’ ampio e’ stato l’arretramento dei periodici -24,4%, rispetto ai quotidiani (-19,4%).

Scarica il  rapporto Fieg ‘La Stampa in Italia 2011-2013′ (pdf)