Pubblicità 

22 aprile 2014 | 10:46

La Corte suprema Usa striglia Coca Cola per l’etichetta dei succhi

(ANSA) La Corte suprema degli Stati Uniti ha strigliato la Coca Cola in merito alle etichette dei succhi di frutta della sua Minute Maid al melograno e mirtillo, domandando se non siano “fuorvianti” e “ingannevoli”. La Corte ha domandato agli avvocati del gigante di Atlanta se non siano etichette che “inducono consumatori all’errore”, poiche’ i succhi contengono giusto il tre per cento di melograno e due per cento di mirtilli. La ‘strigliata’ e’ arrivata nel corso di un’udienza su una istanza avviata da una azienda californiana, la Pom Wonderful, che produce e vende succhi al 100% di melograno e che ha fatto appello ad una legge del 1946 che vieta la pubblicita’ ingannevole. A sua volta, la Coca Cola ha ribattuto che l’etichettatura dei succhi della Minute Maid e’ conforme alle regole della Food and Drug Administration, la cui azione e’ regolata da due leggi specifiche. Il giudice Anthony Kennedy ha pero’ mantenuto il punto, affermando che “cio’ che e’ importante per noi e’ chiederci se i consumatori non vengono imbrogliati se acquistano questo prodotto”. Una decisione in merito, secondo fonti di stampa, dovrebbe esser resa nota a fine giugno. (ANSA, 22 aprile 2014)