Editoria, New media

22 aprile 2014 | 12:57

L’Associazione Italiana Biblioteche chiede agli editori l’accesso agli e-book

(TMNews) In occasione della Giornata mondiale del Libro e del Diritto d’Autore in programma per mercoledì 23 aprile 2014 L’Associazione Italiana Biblioteche, aderendo alla campagna di sensibilizzazione “The right to e-read”, vuole promuovere presso i cittadini e le istituzioni il tema della lettura digitale in biblioteca. La campagna persegue l’obiettivo di ottenere una riforma della legislazione in materia di diritto d’autore chiara, in grado di fornire alle biblioteche e a tutti i loro utenti l’accesso alle ricchezze della conoscenza.
“Chiediamo – spiegano dalla Aib – che le biblioteche possano comprare e-book a prezzi accettabili e li possano usare a condizioni ragionevoli. Il problema è che molti editori vendono gli e-book a prezzi elevati, o non li vendono affatto alle biblioteche. Chiediamo di poter offrire agli utenti delle biblioteche le edizioni più recenti, come si fa con i libri a stampa. Il problema è che alcuni editori (il 50%, secondo indagini recenti) rifiutano di fornire alle biblioteche le licenze d’uso necessarie a tale scopo. Chiediamo che tutti i cittadini, non solo quelli in grado di spendere, possano accedere liberamente al prestito di e-book nelle biblioteche pubbliche.
L’attuale quadro giuridico impedisce alle biblioteche di svolgere efficacemente i loro servizi di base in ambiente digitale, in particolare per quanto riguarda l’acquisto e il prestito di e-book”. (TMNews 22 aprile 2014)