In Russia stretta su internet, per i blog le stesse regole di stampa e tv

(ANSA) Giro di vite in Russia su internet, unico spazio di massa rimasto per il dissenso: la Duma, il ramo basso del parlamento, ha approvato in terza ed ultima lettura una legge che equipara ai mass media i blogger con almeno 3.000 utenti al giorno, inserendoli in un registro speciale. La nuova normativa li obbliga a verificare l’attendibilità delle informazioni diffuse, a non violare la privacy dei cittadini, ad evitare pubblicazioni di carattere estremista. Le pene per i trasgressori sono una multa sino a 30 mila rubli (600 euro), in caso di privati, e sino a 300 mila (6000 euro) se si tratta di persone giuridiche. Per i recidivi la multa sale rispettivamente a 50 mila rubli e a 500 mila rubli (o sospensione dell’attività sino a 30 giorni). La nuova misura rientra in un pacchetto anti terrorismo messo a punto dopo il duplice attentato di Volgograd alla fine dello scorso dicembre. (ANSA, 22 aprile 2014)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Fraccaro: no a giornali, tv e radio regionali nelle mani di un unico editore. Al lavoro per vietare le concentrazioni

Bonomi, Assolombarda, scatenato. Al Governo: alimenta paure per ottenere consenso, no a reddito cittadinanza; sì a Tav, Tap e grandi opere

Esquire Italia debutta in edicola diretto da Giampietro Baudo e Timothy Small