23 aprile 2014 | 9:54

L’8 maggio alla Triennale di Milano debutta la Fondazione del merito

Giovedì 8 maggio alla Triennale di Milano sarà presentata la Fondazione del Merito. Nata da un’idea di Mimmo Costanzo e di Elita Schillaci, si propone di riportare in auge il merito inteso come valore universale. Costanzo è un imprenditore catanese, amministratore delegato della Cogip, impresa di costruzioni che opera nel campo delle grandi infrastrutture, delle energie rinnovabili e del real estate; Schillaci è una docente universitaria che insegna economia all’Università di Catania.
La Fondazione realizzerà un Atlante della meritocrazia, una piattaforma digitale in cui verranno mappate le aree di presenza del merito in Italia. Ogni anno inoltre sceglierà una persona da premiare per il proprio operato.
Per l’assegnazione del primo premio la Fondazione ha scelto di collaborare con Ied, Istituto Europeo di Design, lanciando un contest creativo tra gli studenti della scuola. Per due mesi un gruppo multidisciplinare di allievi dello Ied, coordinati dal graphich designer Mauro Panzeri, hanno interpretato il concetto di merito, lavorando alla progettazione del logo della neonata Fondazione.

Federico Morello, testimonial della Fondazione del merito

L’8 maggio, in occasione della presentazione alla Triennale di Milano, il board della Fondazione sceglierà il logo, assegnando il primo premio al merito. L’evento sarà moderata da Massimo Russo, direttore di Wired e componente del board. Sarà presente Federico Morello, testimonial della Fondazione per l’anno 2014-2015, giovanissimo e intraprendente digital life coach, nominato ad appena 18 anni ‘young advisor’ dell’Agenda digitale da Neelie Kroes, vice presidente della Commissione europea, e alfiere della Repubblica dal presidente Napolitano.