Editoria, Televisione

23 aprile 2014 | 19:29

A breve il decreto sull’equo compenso, lo dice il ministro Franceschini

(ANSA) A breve, e anche se non si sarà trovata un’intesa sulla materia, il ministro di beni culturali e turismo Dario Franceschini, con il parere del comitato consultivo, emanerà comunque il decreto che aggiorna le quote sull’equo compenso per la copia privata previste dalla normativa sul diritto d’autore. Lo rende noto il ministero al termine dell’incontro che si è tenuto oggi al Collegio Romano tra il ministro e i rappresentanti degli autori, dei produttori e dei distributori di supporti digitali, dei commercianti e dei consumatori. Nell’incontro di oggi, riferiscono dal Collegio Romano, Franceschini ha illustrato “il lungo percorso di confronto avviato dall’estate 2013 ad oggi, condotto sulla base del parere del comitato consultivo e di diversi studi e analisi di settore. Il ministro, già a conoscenza delle posizioni manifestate dalle parti, ha invitato tutti alla ricerca di una soluzione condivisa. Dopo aver ascoltato gli interventi dei rappresentanti delle associazioni, il ministro, preso atto della distanza ancora esistente tra le differenti posizioni, ha annunciato che a seguito di un parere del comitato consultivo, dovrà comunque emanare, anche in assenza di un’intesa, il relativo decreto ministeriale, così come previsto dalla legge”. (ANSA, 23 aprile 2014)

Dario Franceschini (foto Olycom)

Dario Franceschini (foto Olycom)

Il commento dell’Apt, Associazione Produttori Televisivi
L’Associazione Produttori Televisivi (APT) esprime soddisfazione per l’intervento che il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, ha svolto questa mattina nel corso dell’audizione per la rideterminazione dell’equo compenso per copia privata. L’APT esprime anche condivisione per l’invito del Ministro a una soluzione concordata fra le parti che eviti contenziosi dannosi per tutti. La soluzione è attesa degli aventi diritto da quasi due anni.