Scelte del mese

24 aprile 2014 | 10:00

Prs – Editoria modello low cost

“A essere in crisi non sono i periodici, ma un modello di business ormai insostenibile. Il nostro invece si basa su costi e investimenti commisurati al ritorno che le testate possono dare”, dice Federico Silvestri, amministratore delegato di Prs, la concessionaria di Alfredo Bernardini de Pace che si è buttata nella mischia della stampa periodica e si sta rendendo conto di quanto sia difficile la partita.

“Guardi che non siamo mica matti. Lo so benissimo cosa vuol chiedermi: ma perché vi siete buttati nella stampa periodica che in questo momento è un settore, diciamo così, difficile? Glielo spiego subito: perché partiamo dal presupposto che, a fianco di alcuni dati incontrovertibili sul calo di diffusione e il crollo della pubblicità, ogni settimana si continuano a vendere milioni di copie di giornali e ci sono ancora tantissimi clienti che credono nell’investimento sulla stampa. Perciò pensiamo che quella dei periodici non sia una crisi strutturale a tutto tondo, ma che a essere in crisi sia il modello di business che finora ha governato il settore”. Federico Silvestri, amministratore delegato e direttore generale di Prs Mediagroup, non prova nemmeno a nascondere l’entusiasmo che gli procura il suo nuovo compito da editore, dopo che nel luglio dello scorso anno Prs ha comprato da Rcs MediaGroup dieci riviste di enigmistica e quattro dei periodici in vendita: Novella 2000, Visto, Astra e Ok Salute e benessere.

L’articolo integrale è sul mensile Prima Comunicazione n. 449 – Aprile 2014